“Il design deve essere uno strumento innovativo, altamente creativo e interdisciplinare che risponda ai veri bisogni degli uomini”

— Victor Papanek

Moirai

La sinestesia tra suono e visione diventano la chiave per far rivivere miti antichi.

Il progetto Moirai vuole creare un immaginario che affonda le sue radici nella matematica e nel mito, domini che in più momenti della storia si toccano e convivono. Il fine ultimo è quello di creare live performances e installazioni, dal forte contenuto tecnologico, capaci di raccontare grazie a suggestioni audio-visive, miti del passato e stimolare una riflessione su temi quali: destino, divinità e libero arbitrio. Al centro della narrazione c’è l’uomo.

Tess Amodeo-Vickery - Voce

Tess Amodeo-Vickery - Voce

Ambra Chiara Michelangeli - Viola

Ambra Chiara Michelangeli - Viola

Micol Picchioni - Arpa

Micol Picchioni - Arpa

L’installazione-performance

Le tre muse emergono dal buio grazie a fasci di luce, sono immerse tra i fili che simboleggiano la vita, i fili sono visibili solo quando illuminati.

La luce è costituita da moiré pattern, il risultato è un’ambiente cinetico che avvolge le muse e che, in concomitanza con l’audio, produce un’esperienza eterea. 

Moiré effect creati in Processing

Custom software in Processing per generare moiré effect

Le tre Moire: Clotho, Lachesis e Atropos.

Le tre Moire: Clotho, Lachesis e Atropos.

L’idea

L’idea del progetto Moirai nasce durante una ricerca in ambito matematico sui Moiré pattern, dal mondo della matematica sono emerse le tre Moire, in greco antico Môirai, assimilate anche alle Parche romane. Sono figure appartenenti alla mitologia greca erano la personificazione del destino ineluttabile. Il loro compito era tessere il filo del fato di ogni uomo, svolgerlo ed infine reciderlo segnandone la morte. Il cerchio si chiude con il coding realizzato in Processing.

Credits

Art direction & Regia: Giuseppe Guariniello

Musical Composition & Production: Tess Amodeo-vickery

Musicians: Tess Amodeo-vickery (Vocals), Ambra Chiara Michelangeli (Viola), Micol Picchioni (Harp) 

Sound engineers: Francesco Ornielli, Umberto Smerilli 

Camera: Marco De Giorgi, Lorenzo Bruno 

Hair & mu: Alice Gentili 

Clothing: Livia Risi

Photographer: Ivan Selloni